gg

Giacomo Garau

Giacomo Garau, pizzaiolo casertano con alle spalle un diploma da cuoco,  molti studi da autodidatta e una costante ricerca del buono e della qualità, un’instancabile dedizione allo studio di nuovi impasti e tecniche di pianificazione per proporre al cliente un prodotto genuino, digeribile e succulento. 
 
Nel 2015 ha aperto Olio e Basilico e il successo è stato immediato. Due forni a legna donano alle pizze quella cottura perfetta come da tradizione, ma gli impasti seguono le nuove regole di lavorazione: un’ idratazione minima del 70% e una maturazione dalle 20 alle 30 ore,  ritroviamo una selezionata proposta di prodotti Dop e Slow Food come il pomodoro San Marzano, il fior di latte di Agerola, ma anche gli ortaggi provenienti direttamente dal suo orto con un tripudio di colori e soprattutto di gusto. Nel menù, oltre alle pizze tradizioni, è quindi presente una selezione di pizze stagionali, un impasto fritto e poi passato al forno, con formaggio di bufala in fiore, funghi porcini della riserva di Roccamonfina e una sbriciolata di castagne fresche.

Giacomo Garau ha vinto il Trofeo Pulcinella, nel corso dell’ultima edizione  svoltasi sul Lungomare Caracciolo di Napoli il 3 e 4 settembre scorsi, ha presieduto la giuria della categoria “Pizza Contemporanea” Francesco Martucci.

Albachiara e Martucci hanno consegnato nelle mani di un emozionatissimo Giacomo Garau l’ambitissima coppa riservata al Primo Classificato della categoria “Pizza Contemporanea” del Trofeo Pulcinella che, vale pena ricordarlo, ha visto competere ben 120 pizzaioli provenienti da diversi paesi del mondo.